0 In Mondo/ Viaggi

Cosa fare e dove mangiare a Fes in Marocco

13 Gennaio 2020

MIvado a Fes!

Fes è stata davvero una bellissima sorpresa.
Ne ho sentite tante su questa città ma prima di andarci non ho voluto farmi condizionare e vivermela fino in fondo (l’ho fatto anche troppo). Questa vecchia città è l’esempio migliore della vera cultura araba, meravigliosa, misteriosa e ricca di sorprese.
Ci abbiamo passato due giorni, penso che bastino soprattutto se poi dovete spostarvi in altre parti del Marocco.

Ecco qui la nostra guida su cosa fare a Fes in due giorni e dove mangiare.

Trasporti e alloggio

  • Arrivo. Se arrivate in aeroporto due consigli importanti: prenotate tramite il vostro riad/hotel il tranfer diretto, vi verranno a prendere ed è più sicuro. Se non ce l’avete prendete i taxi regolari non abusivi, ovvere le petit taxi, costano davvero poco. Lo stesso vale se arrivate in autobus o in stazione, vi consiglio il taxi. Se arrivate con la vostra macchina cercate un parcheggio fuori dalla medina o chiedete al vostro riad.

  • Girare in città. Per girare nella medina come prima volta vi consiglio una guida, tanto si gira a piedi: potete prenotarla dall’Italia, vi consiglio in Marocco Con Lisa, oppure chiedete al vostro riad, ve la troveranno loro. In generale sono davvero comodi i taxi anche per spostarvi in città ma fuori dalla Medina.

  • Alloggio. Riad e hotel ce ne sono a bizzeffe. Se volete provare un’esperienza autentica prendete il riad nella medina ma prestate attenzione alla sera, non perché sia cosi pericoloso ma perché di sera c’è poca luce e farete fatica ad orientarvi. Quindi se prendete il riad nella medina cercate di rientrare sempre prestino o fatevi accompagnare. Vi consiglio il Riad Jamai, davvero meraviglioso, con una bellissima piscina interna. Più economico invece è il Dar el Makina, dalla parte opposta della Medina, ma troverete gentilezza e cordialità, tanto tè alla menta offerto, ma soprattutto una terrazza magnifica che vale tutto.

Cosa vedere a Fes

Bab Bou Jeloud – The Blue Gate
L’entrata occidentale della Medina, Bab Bou Jeloud, è una porta di colore verde e blu che attraverserai più di una volta. Costruita nel 1913, questa storica porta è un mix tra il colore verde e il colore blu. Prendetela come punto di riferimento da utilizzare come guida
Non importa quanto tu sia perso, tutte le strade che vanno ad ovest finiranno a Bab Bou Jeloud (o da qualche altra parte).

La Medina
La Medina di Fes è la più grande del mondo. Vicoli tortuosi pieni di proprietari di negozi, animali, materiali colorati e cibo da strada, gente che cammina, urla, prova a venderti di tutto, profumi, odori, sapori, di tutto. C’è chi dice che è incasinata, a me è piaciuta da morire. Mi è piaciuto perdermi, non trovare la strada e capitare in vicoli impensabili.
Consiglio: o andate con una guida che vi porta a vedere le cose principali, oppure se andate da soli andate di giorno e soprattutto, visto che è difficilissimo orientarsi, prendete a riferimento dei punti chiave che vi serviranno per orientarvi.

La conceria Chouara
La conceria di Chouara è la più grande delle tre concerie rimaste a Fes.
Lo stesso sistema usato per tingere la pelle 1000 anni fa è ancora usato oggi. La conceria è composta da numerosi vasi di pietra di grandi dimensioni, riempiti con diversi coloranti e liquidi bianchi. Tutto è naturale. Le tinture usano il papavero per il rosso, l’indaco per il blu e l’henné per l’arancio, mentre il liquido bianco è un mix di urina di mucca, feci di piccione, calce viva, sale e acqua. È usato per pulire e ammorbidire le pelli difficili.
Consiglio: Salite sopra uno dei negozi che stanno attorno per ammirarle al meglio.

Bou Inania Madrasa
Madrasa è la parola araba per tutti gli istituti di istruzione, e sono davvero belli. Questa è l’unica ce possiede anche un minareto (quello che si vede attraverso la Porta Blu). È anche uno dei pochissimi edifici religiosi in Marocco aperto ai non musulmani. L’ingresso è proprio sulla medina ed è piuttosto difficile da trovare.durante l’ora della preghiera è chiusa.

Moschea e Università Al-Karaouine
Nel cuore della medina c’è la Moschea e l’Università Al-Karaouine. Questa moschea, prima della costruzione della Moschea di Hassan II, era la più grande del Marocco l’università invece è la più antica del mondo, pensate che risale all’anno 859!
Purtroppo i non musulmani non possono entrare ma, se siete fortunati, potrete trovare le porte aperte e potrete sbirciare qualcosina.

The Royal Palace
Il posto con le più belle porte di Fes è proprio il Palazzo Reale, al di fuori della medina. Non è aperto alle visite ma vale la pena andare solo per vedere l’esterno.

Mellah, il quartiere ebraico
Il quartiere ebraico si trova proprio di fianco al palazzo del re. Una volta si trovavano negozi di stoffe pregiate e di gioielli, ora invece ci sono normalissimi negozi che si trovano in tutta la città. Nulla di che.

Fai shopping nel Souk
Se hai bisogno di comprare regali per la famiglia e gli amici, fai un giro nei souk (mercati arabi). Il più famoso è il Souk dell’henné. C’è una vasta gamma di creme di olio di argan, gioielli, ceramiche, dolci, spezie, tessuti. Vi consiglio i piatti bellissimi, e sicuramente l’olio di argan.

Dove mangiare a Fes

La cucina marocchina è buona ma abbastanza speziata. Dopo un pò di giorni forse ne avrai abbastanza, però finché resisti assaggia tutto quello che puoi, dal cous cous, al tajin di manzo o pollo, al loro pane buonissimo col miele o la marmellata di arance, alle diverse zuppe che propongono, al formaggio di capra con noci e sempre miele, e ovviamente dovete assolutamente provare il tè alla menta, che berrete a qualsiasi ora del giorno e della notte. A Fes ho provato diversi posticini, ecco quelli che consiglio.

Tipici ristoranti marocchini che vi consiglio sono: Zohra, molto caratteristico dove mangerete ottimi piatti a poco prezzo, Cafè Clock (presente anche a Chefchaouen) dove potrete assaggiare la carne di cammello, Berrada, Nagam Cafè e Dar Hatima altri ristoranti tipici.
Se volete bervi un buon tè andate nella sala da tè Abdullah the e caffè.

Come ben sapete in Marocco non si può bere, e per un italiana veneta come me è stato assai difficile. Se non riuscite a resistere vi consiglio di andare al Mezzanine, un locale con una terrazza molto bella dovete potrete sfogarvi bevendo birra o cocktail. Vi consiglio la birra maorcchina, sia la Flag SPecial beer che la Casablanca.

E direi che dopo una bella birra (o più) potete affrontare la giornata o serata molto meglio!
Godetevi la città!

Mivado e voi?

Commenti Facebook

Potrebbe interessarti anche

Nessun Commento

Lascia un Commento